Box delle Idee


Dai un suggerimento per contribuire a migliorare questo sito

Box Preferenze
Login:

Password:

Iscriviti
Richiesta password
Mini Tchat
Only Memebers
[ iscriviti ]

DONAZIONI 2013

167

Meteo
Collegamenti
AVIS
Grazie a....

 
Info Sito
Utenti online :
Utenti iscritti : 0
Visitatori : 1
Totale : 1
Statistiche :
Utenti iscritti : 37
Visite al sito : 1010
Record : 45
(il 12/10/2009 - 13:42)
Statistiche
Dal 2-11-2007
____
 La donazione 
 

La donazione di sangue



La donazione di sangue è l'azione volontaria e dettata da puro spirito di solidarietà di chi dona il proprio sangue affinché siano possibili trasfusioni a chi ne ha bisogno.


 

Il fabbisogno

Si stima normalmente che vi sia bisogno di 40 unità di sangue l'anno ogni 1000 persone, cioè circa 2.400.000 unità per la sola Italia. Attualmente invece l'Italia ne raccoglie 33 l'anno. Non è dunque in grado di soddisfare il proprio fabbisogno, ed occorre importare sangue da altre nazioni.

Alcune regioni sono già autosufficienti, ad esempio l'Emilia Romagna ha raggiunto il livello di 60 unità. Vi sono inoltre alcune isole felici, cioè singole città dove, grazie al radicamento nel territorio di una o più associazioni locali, si è raggiunta l'autosufficienza.

 

Trattamento del sangue

Prima di qualsiasi utilizzo, ogni campione di sangue viene analizzato in laboratorio per verificare il gruppo sanguigno ed escludere le trasmissioni di malattie infettive. Dopo ogni donazione, il donatore riceve il risultato delle analisi e può agevolmente tenere sotto controllo il suo stato di salute.

Alla prima donazione vengono determinati:

Le analisi includono:

I campioni vengono in seguito centrifugati e separati in sacche di globuli rossi, globuli bianchi e buffy-coat (leucociti e piastrine).

Il sangue delle donazioni viene usato in svariati campi medici e chirurgici, tra cui la cura di leucemie, tumori, intossicazioni da farmaci, anemie, emorragie, malattie emorragiche, ustioni, tumori del fegato, emofilia A e B, operazioni di primo soccorso, trapianti di organi e altro ancora.

 

Frequenza delle donazioni

Le donazioni possono essere di tipologie diverse: sangue intero, plasma, piastrine.

Tra una donazione e l'altra di sangue intero devono passare almeno 90 giorni (180 per le donne in età fertile), tra una di sangue intero ed una di plasma bastano 30 giorni così come tra una di piastrine ed una di plasma.

Tra due donazioni di plasma, invece, sono sufficienti 20 giorni di attesa.

 

Quanto si può donare

Il limite massimo di sangue intero che è possibile donare in una sola volta è di 450 centimetri cubici +/- 10% (il corpo umano, in media, ne contiene 4/5 litri), mentre per il plasma la sacca ne raccoglie 500.

 

Il prelievo

Il processo di donazione di sangue intero dura in tutto 10-15 minuti, mentre quella di plasma come quella di piastrine ha una durata di 40/45 minuti. La durata della donazione è maggiore a quella del sangue intero a causa del procedimento di estrazione del plasma dal sangue: la cannula (l'ago che viene inserito in vena) è collegata ad una macchina nella quale è posta una centrifuga che separa la parte piu liquida, il plasma appunto, dai globuli rossi.

Il rimanente sangue viene reintrodotto nell'apparato circolatorio del donatore.

Il processo di prelievo, separazione e reinfusione si ripete per più cicli fino al raggiungimento della quota di plasma prestabilita.

Al termine del processo, per compensare la parte liquida tolta, viene reinserita nel donatore della soluzione salina. Proprio per il tipo di processo che necessita il plasma e per l'impatto sul donatore che al contrario del sangue intero non genera alcuna conseguenza fisica anche in termini prestazionali, tale tipo di donazione è consigliabile a tutti coloro che hanno dei problemi con la donazione di sangue intero ed alle donne.

La richiesta di questo emoderivato è molto maggiore rispetto al sangue intero poiché il suo campo di applicazione è molto vasto.

Le donazioni sono in genere indolori e prevedono un ristoro finale. Ai lavoratori dipendenti, inoltre, viene riconosciuta per legge una giornata di riposo retribuita.

 

Le condizioni per la donazione

Le condizioni necessarie per poter diventare donatore sono:

  • età: compresa tra i 18 e i 65 anni
  • peso: più di 50 chili
  • pulsazioni: comprese tra 50-100 battiti/min
  • pressione arteriosa: tra 110 e 180 mm di mercurio (sistolica o massima), tra 60 e 100 mm di mercurio (diastolica o minima)

Inoltre è necessario:

  • avere un buono stato di salute
  • non seguire un comportamento rischioso

La donazione, inoltre, è sconsigliata a chi ha deficit di vista particolarmente forti.

 

Donazione saltuaria e donazione abituale

Molte persone donano il proprio sangue in seguito a malattie di familiari o ad appelli sporadici. Per consentire al nostro paese di raggiungere l'autosufficienza nazionale per il sangue e gli emoderivati sono tuttavia più utili i donatori abituali, sia per la maggior quantità di sangue donata da questi sia per il maggior controllo cui vengono sottoposti, grazie alle analisi gratuite che vengono effettuate ad ogni donazione.

 

Dove donare

Esistono in Italia numerose associazioni di Donatori di Sangue. Le quattro più grandi di queste sono federate nella CIVIS, ve ne sono inoltre numerosissime a diffusione locale. La vostra donazione sarà ugualmente utile quale che sia l'associazione attraverso cui la fate.

Se non trovate nessuna di queste potete telefonare a qualunque ospedale e sapranno indicarvi il centro trasfusionale più vicino.

 
 

Ultima modifica 09:46, 2 mag 2006.

 
Calendario

Immagine del Giorno

Informazioni
Mondo Avis
Banner





Box Contatti
• Web-Mail
• Aggiungi contatto
Immagini
AVIS
Sant'Antioco
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni sulle novità di questo sito.

  Iscriviti
  Cancella

  Iscritti : 24

Notizie
Corriere Salute
Download
Avis
• Pieghevole 
Up XCMS v1.93 Valid CSS Valid html 4.01 GNU General Public License Up